.
Annunci online

  blogperleprimarie politica è partecipazione
 
Questione femminile
 


             

      


  

 


          135 x 115px
          

          180 x 49px
          

          180 x 43px
          

           156 x 27px
          

           145 x 59px 
          

           126 x 88px
          

          124 x 72px 
         

          150 x 171px


 
La responsabilità del contenuto
degli articoli pubblicati in questo
blog è degli autori.
Gli  editori del blog dichiarano
di non essere responsabili dei
commenti inseriti nei  post.
Eventuali commenti dei lettori,
lesivi della immagine o della
onorabilità di persone terze, 
non sono da attribuirsi ai 
bloggers per le primarie,
nemmeno se il commento
viene espresso in forma
anonima o criptata.

Alcune immagini presenti su
questo blog sono state reperite
in Internet:chi ritenesse
danneggiati i propri diritti
d'autore, può contattare gli
editori del blog per chiederne
la rimozione.

Il materiale contenuto nel blog
è liberamente utilizzabile
purché se ne indichino l'autore
e la fonte e si invii una nota 
informativa sull’uso e sulle
finalità di quanto prelevato.

Questo blog non rappresenta
una testata  giornalistica, 
in quanto viene aggiornato
senza alcuna periodicità;
pertanto, ai sensi della legge
n.62 del 7 marzo 2001, non
può essere considerato un 
prodotto editoriale. 
















































 


10 agosto 2005

L'Unione e le donne.

Gli iscritti alla federazione concordano sulla necessità di rendere le modalità di decisone politica più accessibili a tutti, al di là di ogni discriminazione di genere.
Il blogger
diarioestemporaneo sottolinea alcuni aspetti della questione femminile nella coalizione di centrosinistra in questo post.

LE DONNE NELL’UNIONE
di diario_estemporaneo

Il manifesto identitario dell’Unione, venuto alla luce a San Martino del Campo, è stato concepito da 4 donne e 41 uomini. Già il rapporto, 1:10,25, lascia pensare ad un'unione contro natura. Ora, ogni donna sa quanto sia faticoso reggere un uomo, in termini di comprensione, cura, attenzioni, ecc. ecc. Figuriamoci 10,25!
Eroiche le nostre compagne della coalizione, che non solo hanno accettato l’invito, ma pure hanno dovuto mettere alla prova grandi doti di sopportazione, sacrificio, abnegazione. In nome dell'Unione!
Qualcuna ha osato sollevare la questione: questione femminile o pura e semplice discriminazione? Su iniziativa della DS Lalla Trupia è stata inviata una lettera a Prodi, sottoscritta dalle deputate di tutti i partiti della coalizione. Ecco alcuni passi:

“Non possiamo nascondere che siamo sconcertate e preoccupate che si sia potuto tenere un incontro su progetto e valori dell’Unione con una composizione del tavolo quasi esclusivamente maschile (solo 4 autorevoli amiche). Partiti e coalizione sono ricchi di pratiche, esperienze e talenti femminili sempre indispensabili, tanto più quando si inizia un confronto sui grandi temi della politica e su valori, principi, temi eticamente sensibili che riguardano tutti e sicuramente le donne. Per ragioni di democrazia, modernità e civiltà non sarebbe comprensibile per tante donne e uomini di questo Paese l’esclusione delle donne dall'elaborazione del progetto dell'Unione.”

Prodi risponde:

“Care amiche, prendo atto, ancora una volta, della vostra protesta per il troppo scarso numero di donne presenti ai lavori dell'Unione, questa volta al seminario di San Martino in Campo. Ne prendo atto proprio all'indomani della nomina di 7 donne e 5 uomini ai 12 tavoli di lavoro tematici chiamati a scrivere le linee del Programma della nostra coalizione.”


Un risultato? Una conquista perchè ai "tavoli di lavoro” saranno di più le donne? Scherziamo? Dopo il rapporto innaturale, nell'Unione tira aria di sfruttamento del lavoro femminile.




permalink | inviato da il 10/8/2005 alle 14:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


30 luglio 2005

Una donna alle primarie

Il primo contributo postato sul blog comune è di
                                     il_dito_nella_piaga

BASTA CON LA POLITICA FALLOCENTRICA!
Una donna alle Primarie!
 

  Continua l'appello per sensibilizzare i blogger progressisti e dare vita ad una campagna che determini ALMENO la candidatura di UNA DONNA ALLE PRIMARIE per il Centrosinistra. Finalmente comincia a muoversi qualche cosa: il dibattito è iniziato, e non mancano i blogger che abbiano già aderito all'iniziativa con entusiasmo! 
  Quali i nomi più autorevoli? Quali le donne maggiormente rappresentative? Inizia il dibattito per capire qual è in rete la più quotata. Sono già stati fatti i nomi di Rosy Bindi, Angela Finocchiaro, Livia Turco, Giovanna Melandri e Cinzia Dato, ma credo che emergeranno altri nomi. Ciò che conta, è che se ne discuta anche sui vostri blog, perchè emerga, una volta per tutte, questa esigenza di democrazia piena!   
    Non si tratta semplicemente di garantire una quota rosa, ma di dare finalmente spazio a chi per anni è stata ostacolata da una politica fallocentrica! Parola di uomo.

                                                                       il_dito_nella_piaga




permalink | inviato da il 30/7/2005 alle 11:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

sfoglia     luglio       
 

 rubriche

Diario
Genesi
Questione femminile
Proposte
Dibattito interno
Partiti
Organizzazione
Iniziative

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link


BLOGGERS ISCRITTI
poverobucharin
voceribelle
meslier
mietzsche
valepensiero
soviet
convergenzeparallele
invettiva
leceneridigramsci
ilditonellapiaga
diarioestemporaneo
ilriflesso
rable
malaparte
sonolaico
nacquiognimattina
kamau
rockerduck
diariodibordo
vulcanochimico
letiziapalmisano
bonavak
batgiaime
rosaspinamia
giulianoperprodi

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom